Milano 1980

La grande metropoli è sede di una delle più importanti sette all'interno del mondo Vampirico. Dopo il tradimento ordito da Gian Galeazzo alle file del Sabbath, a regnare sulla città Meneghina, ora è La Camarilla

Nei cinque anni successivi, un nome risuona nel mondo delle Tenebre, Tancredi.

Delle molte voci che girano sul suo conto, alcune raccontano di come abbia mosso i fili della Prima Guerra mondiale, altre lo ritraggono al fianco di Napoleone, altre ancora narrano di un essere con più di 1000 anni alla sua non vita.

Solo voci.

Alcune false.

Altre, forse, vere.

È nella notte del 4 gennaio 1985 che tutto si realizza. Tancredi con un manipolo di rivoltosi Anarchici e molti muta-forma, invade Milano: approfittando dello scompiglio generale tra Sabbath e Camarilla si insinua nella città dalle grigie forme che, in quel giorno, è totalmente bianca e silente a causa della nevicata apocalittica di quella notte. Trambusti, rivolte e morti accompagnano le ore notturne. È grazie anche ad un gruppo di rivoltosi, alleatosi con Tancredi e capeggiato da Scanna, che l'intera operazione ha successo.

Inoltre i Tremere arrivano ad ottenere prestigio nelle file dei nuovi Indipendenti, grazie alla presenza di Mathias e Lamberto tra il gruppo di rivoltosi.

Il Sale e Pepe di Riccardo Spensieri non viene toccato e ospita i richiedenti asilo per quella notte di trambusti. Ora Tancredi può sedere sul trono Milanese senza rivali, perché sia Sabbath che Camarrilla, sono scappati come polli davanti a colui che è riuscito ad unire sotto un unico obbiettivo Muta-forma e Succhia-sangue.

Da quel giorno il "Trono" della Libertà è stato affidato a Tancredi, il capo della rivolta, a cui dobbiamo rispetto e gratitudine per averci dato la libertà di non schierarci. Ora c'è un posto in cui tutti, Muta-forma e Vampiri, possono ritrovarsi senza uccidersi a vicenda e quel posto è il:

DARK NIGHT 90210